LoverCoasters, una vita a testa in giù

Fantasy: il cuore incantato di Phantasialand

0
Like

Buongiorno a tutti!

Continuiamo la nostra visita virtuale al parco Phantasialand. Vi ho già detto che questo parco è il secondo parco tedesco per affluenza e importanza. Come superficie (280.000 mq) è più grande di Gardaland (200.000 mq), ma più piccolo dell’Europa Park (335.000 mq). Ci tengo a parlarvi di questo parco perché offre ai suoi visitatori alcune attrazioni che sono delle vere e proprie chicche per quel che riguarda i parchi divertimento.

La mia visita a questo parco risale al 2013, quindi non posso darvi il mio parere personale della nuova attrazione acquatica Chiapas, investimento molto importante inaugurato nel 2014 e del quale ho potuto ammirare solo il cantiere. La mia idea è quella di tornarci tra due anni, in occasione del 50mo compleanno del parco, per il quale si prevedono grandi festeggiamenti e un nuovo rollercoaster che dovrebbe aprire nella prossima stagione.

chiapas

Oggi vi porterò in esplorazione nell’area Fantasy.

L’unica attrazione che è un record “sulla carta” è il coaster indoor Temple of the Night Hawk, che con i suoi 1.174 mt di percorso risulta essere il più lungo del genere al mondo. Per assurdo è l’unica attrazione della quale non mi sento di parlar bene: il giro dura 4 minuti e si sviluppa in un capannone totalmente al buio e al silenzio; il che rende l’esperienza decisamente inquietante e poco divertente. Si viene solo sballottati a destra e a manca per più di un chilometro e nulla più. A mio parere si potrebbe migliorare molto facilmente la qualità di questa attrazione aggiungendo una musica di sottofondo e dei laser o delle luci (vedi ad esempio Eurosat di Europa Park).

Il laghetto del parco ospita Wakobato, un tour interattivo acquatico dove gli ospiti, a bordo di stranissime  barchette, esplorano questo mondo incantato che ricorda molto gli scenari degli Hobbit e, attraverso delle pistole ad acqua, possono divertirsi, cercando di attivare delle fontanelle presenti sul percorso, colpendo col getto dell’acqua dei bersagli predefiniti; oppure in maniera infingarda infastidire gli ospiti delle altre imbarcazioni. Attrazione consigliata per le calde giornate!

wakobato

Salendo a bordo del Würmling Express ci si gode un giro panoramico dell’area. Una piccola monorotaia che vi permetterà di godere dell’area dall’alto. Questa zona, insieme al quartiere di Berlino, è dedicata al divertimento della famiglia. Potrete trovare una serie di attrazioni dedicate ai più piccoli, dalla tematizzazione spettacolare: in questa zona dominano i toni del verde e i personaggi legati alla natura e alla fantasia.

lb_wuermlingexpress_03

Ci sono anche diverse attrazioni non meccanizzate che permettono ai bambini di esplorare la realtà in sicurezza e divertendosi: ad esempio il labirinto di siepi con annesso ponte tibetano o l’enorme polipo per giocare con le fontane e rinfrescarsi un po’.

labit lb_wupiundwoezlland_04 octo lb_tittletattletree_04 lb_woezlswassertreter_02 lb_wupiundwoezlland_03

Punto forte di quest’area è senza dubbio la vera e propria città di Wuze: un’area indoor davvero incantata: al centro si erge maestosa la torre dove gli ospiti, a bordo di un cestino simile  a quello delle mongolfiere, vengono issati per osservare il tutto dall’alto.

wuze

DSC04317

DSC04319

Tutto intorno ci sono altre attrazioni per i bambini e una delle chicche di questo parco: il coaster Winja’s Fear & Force. Questa attrazione è formata da due distinte montagne russe, i cui percorsi si intrecciano all’interno della Wuze Town. I treni che ospitano i passeggeri sono delle ciambelle da 4 posti (2 rivolti in avanti e 2 indietro) che durante il percorso ruotano su sé stesse; questo tipo di coaster si chiama Spinning coaster: procederete durante il percorso in avanti per poi ritrovarvi a viaggiare a marcia indietro all’improvviso. Ho molto amato quest’attrazione: le rotaie di entrambe le montagne russe si intrecciano in questa sorta di castello, i piccoli carrellini che sfrecciano sembrano tante ballerine e danno vita a un’atmosfera quasi magica. Le navicelle prendono il via procedendo su un ascensore che porta i viaggiatori al culmine della salita, per poi lanciarli nella prima drop, la più intensa. I percorsi sono abbastanza simili, ma in Fear a farla da padrona è la velocità, mentre in Force si gioca molto con la gravità.

lb_winjas_05

L’area Fantasy è senza dubbio quella che offre il maggior numero di attrazioni e meritava uno spazio tutto suo. Non dimenticate che il vostro tour  in quest’area verrà allietato dalla presenza della dolcissima Phenie, la draghessa fenice custode della città di Wuze.
phenie

Che dite, vi ho fatto venire voglia di organizzare una bella gita?

E pensate che non vi ho ancora parlato delle altre 5 aree.. A settimana prossima!

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM MAURA CANTADORE

ENTRA NELLA COMMUNITY