LoverCoasters, una vita a testa in giù

Ecosostenibilità a Leolandia: metti in moto il cambiamento!

0
Like
Benchè io sia amante dell’adrenalina e delle forti emozioni, tra i parchi che ho visitato quest’anno ho davvero apprezzato la mia gita a Leolandia. Ne abbiamo già parlato per quanto riguarda la loro novità 2015 (Il Mondo di Peppa Pig) e in merito ai riconoscimenti ricevuti durante i Parksmania Awards. Il parco, negli ultimi anni, ha fatto un salto di qualità non indifferente: l’area della Minitalia rispetto al 2007 è migliorata e più curata, così come tutto il parco in generale.
Un aspetto che mi ha colpita particolarmente è l’importanza e l’attenzione dedicata alla salvaguardia dell’ambiente: ecosostenibilità è la parola d’ordine nel parco di Leo.
unnamed
Leolandia ambisce a diventare il primo parco italiano a impatto quasi zero e, per questo motivo, si impegna su più fronti: energia certificata, materiali biodegradabili ed ecocompatibili, riciclo, nonchè numerose iniziative volte a sensibilizzare soprattutto i più giovani, nei confronti delle tematiche ambientali, sono solo alcune delle attività messe in atto dal parco, ormai da qualche anno.
Lo slogan “Metti in moto il cambiamento” è di forte impatto e trascina l’ospite nella modalità “protagonista” e non più solamente “spettatore”; l’obiettivo è chiaro: trasmettere agli ospiti il messaggio dell’eco-compatibilità attraverso il divertimento.
Ne è una dimostrazione la scelta delle pattumiere per la raccolta differenziata, che si trasformano in simpaticissimi mostriciattoli, pronti a suggerire ad ognuno dove gettare le varie tipologie di rifiuti.
unnamed (1)
E che dire delle carinissime macchine compattatrici per la plastica? Sembrano davvero delle creaturine affamate, pronte a divorare le vostre bottigliette vuote. Ecco qui un video:
Tutte le mappe ed il materiale cartaceo proviene ovviamente da fonti di riciclo, così come i pavimenti antitrauma del Mondo di Peppa Pig. Avreste mai detto che sono ottenuti da vecchie gomme di automobili?
Inoltre, le giostre del parco, si muovono grazie a energia proveniente da fonti rinnovabili: l’azienda partner è la bergamasca Orobie che, grazie a sole e vento, mette in moto il vostro divertimento!
Un ultimo aspetto curato dal parco è la parte legata alla ristorazione: grazie alla collaborazione con l’Università di Scienze Gastronomiche e del corso in Tecnico Superiore per la comunicazione alimentare e gastronomica dell’Istituto Norberto Bobbio di Carignano, a partire dal 2013, è stato sviluppato un piano per rendere il pranzo al parco non solo un’esperienza divertente e gustosa, ma anche nel rispetto dell’ambiente e nella tutela del patrimonio enogastronomico e culturale del nostro paese. Perciò, nei menù proposti sono stati introdotti cibi provenienti dal territorio e prodotti di qualità; oltre alla collaborazione con Slow Food per prevenire gli sprechi.
Un altro aspetto che mi ha particolarmente colpita riguarda l’attenzione da parte del parco nel coinvolgere anche i più piccoli: da qualche tempo Leolandia organizza delle giornate dedicate alla Pulizia del suo mini mondo, insieme a Legambiente.
unnamed (3)
unnamed (2)
Nel corso degli anni il parco ha ricevuto diversi premi per le sue attività volte alla tutela dell’ambiente e del rendere il divertimento sostenibile.
Se non ve ne fossero già abbastanza, questo è un altro buon motivo per visitare questo parco!

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM MAURA CANTADORE

ENTRA NELLA COMMUNITY