L’altra sera stavo scambiando 2 parole con una delle nostre gushmaggers, non facciamo in tempo a finire i convenevoli che mi butta li l’idea del sesso telefonico, le ho subito detto che non potevo, che ho la ragazza, che nonostante tutte le porcate che mi escono dalla tastiera non mi permetterei mai di tradire la mia compagna con la prima blogger che passa.

“Ehm… no Andrea.. intendevo per il tuo prossimo articolo, potresti parlare di sesso telefonico”

 

Ovvio l’avevo capito – “era una battuta”  sdrammatizzo, mentre mi faccio passare l’erezione sbattendo il cappellozzo su una superficie fredda.

 

Sarò sincero, questa cosa del sesso telefonico non mi ha mai preso più di tanto… sarà che la tetta preferisco strizzarla da me che sentirmi dire a mezza voce “quanto vorrei che mi strizzassi le tette in questo momento”.. ma dopotutto la statistica mi da decisamente contro, basti pensare al boom delle linee erotiche 144 & co. proliferate negli anni 90 e che, nonostante il free porn a banda larga e i decisamente più coinvolgenti spettacoli in webcam, continuano a sopravvivere seppur con meno fasti.

 

Lasciamo perdere queste varianti di “sesso orale” mercenario, non ho mai creduto che dall’altra parte della cornetta ci fosse Ilenia, una quarta naturale antigravitazionale, un sederino sodo e liscio più di una padella antiaderente (comodissimo per farci scivolare vie le gocce di sperma) e 2 cosce talmente tornite da sembrare uscite da un ceramista di Bassano del Grappa… piuttosto mi sono sempre immaginato una culona dalla voce suadente che finge orgasmi mentre seduta al bagno partorisce un dirigibile marrone senza elica e timone (cit.)

 

Non mi sono mai dedicato nemmeno al dirty talk telefonico di coppia a dire il vero, sarà che non ho mai avuto relazioni a distanza e ho sempre avuto una ragazza a portata di pennacchio, e cioè nel raggio di 25 grossi centimetri a partire dal mio basso ventre… vabbeh forse non saranno 25, e forse nemmeno grossi, però la velocità di upload è notevole DENG! DENG! DENG! DENG! “Andrewphone, tutto su di te” Reciterebbe un ipotetico spot.

 

Devo anche ammettere che probabilmente farei fatica a praticarlo questo sesso telefonico. Se c’è una cosa che mi manca è la coordinazione: avete presente quel giochetto in cui con la mano sinistra dovete battervi il petto come Matthew McConaughey in “The wolf of Wall Street” mentre con il palmo della mano destra dovete strofinarvelo dall’alto al basso? Io non ci riesco… quindi probabilmente avendo la mano destra impegnata dopo 30 secondi finirei per sbattermi di continuo il telefono all’orecchio STOK STOK STOK… si trasformerebbe in una variante di masochismo telefonico.

 

Scusate mi suona il telefono.. è Ilenia, ha finito il burro devo darle una mano ad ungere la padella.

Tenetevi pronti per domenica prossima, big news!

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM ANDREA ARGENTON

ENTRA NELLA COMMUNITY