Una valigia, un biglietto aereo/ferroviario o semplicemente una macchina, aggiungi poi una guida turistica ed una macchinetta fotografica, e hai fatto di me la donna più felice della terra. Se si potessero poi mettere due ruote direttamente all’armadio, lo sarei ancora di più.

Amo viaggiare.

Wikipedia definisce il viaggio in due modi: in senso fisico come “spostamento che si compie da un luogo di partenza ad un altro relativamente distante dal primo” e in senso metaforico come “espressione di abbandono, ricerca interiore, desiderio”.

Un viaggio può avere molti significati, dipende da come lo si prende e da come lo si considera. Si viaggia per lavoro o per piacere. Si viaggia per incontrare vecchi amici o per farsene di nuovi. Si viaggia per spirito d’avventura, per conoscere altre culture, per scoprire il mondo e magari accorgersi infine che ciò che si cercava stava proprio dietro l’angolo. Si viaggia per imparare ad amare o per essere amati, per dimenticare un dolore. Si viaggia per ricordare, per ritrovarsi o per fuggire da se stessi. Si viaggia per essere stati i primi o per dire “io c’ero”.

Amo viaggiare.

Il viaggio per me è emozione, curiosità, libertà e felicità. È una capsula di ossigeno per la mente, una maniera incantevole di imparare. Amo aprire i miei orizzonti culturali, instaurare nuovi rapporti, osservare, conoscere e capire ciò che è diverso da me. Viaggio per evadere dalle abitudini e per avere modo, una volta tornata, di osservare la vita e tutto ciò che mi circonda con occhi diversi, cogliendo quei dettagli che uno sguardo “abituato” a guardare sempre le stesse cose, non sa apprezzare. É anche per questo che mi piace viaggiare: per il piacere di ritornare.

0.3_Diario_viaggio

Da oggi, alcuni dei miei prossimi articoli, saranno dedicati ai viaggi. Scriverò una sorta di “diari di viaggio”, in cui vi consiglierò cosa visitare, dove e cosa mangiare, dove alloggiare e molto altro, in diverse città del mondo. Sarò la vostra Lonely Planet pocket.

Se non sapete dove andare, non temete. Non c’è una destinazione ideale per una vacanza, basta che sia “in qualunque punto lontano nel mondo, purché ci si allontani anche da se stessi”, almeno per un po’.

Un viaggio è un insegnamento di vita ed io amo imparare.

0.2_Diario_viaggio

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM GIULIA PEZZUTO

ENTRA NELLA COMMUNITY