Blueeco

Come fare il bucato per i bambini in modo ecologico

Credo che fare il bucato per i bambini in modo ecologico sia importante. L’elenco degli ingredienti dei detersivi chimici che utilizzavo prima non era proprio rassicurante. Non lo era affatto.

La mia fortuna – cioè ora la chiamo così ma in quel momento ero parecchio nervosa- è stata acquistare un flacone di 5 litri di un detersivo per il bucato. Ok, era in saldo quindi sentivo di fare la scelta giusta. Anche la marca, molto conosciuta, mi rassicurava del fatto che non fosse del tutto una fregatura. Tutto bello se non fosse che la profumazione di quel detersivo, alla terza settimana di utilizzo, non la potevo sentire più. Hai presente quando un odore che non sopporti ti fa letteralmente venire la nausea? Ecco io stavo così e ce l’avevo sempre sotto il naso. Qualche anno fa mi è capitata la stessa cosa con un deodorante. Uno di quelli che andava di moda negli anni ’90, Malizia alla vaniglia. E’ indescrivibile quanto ora detesti quel profumo. Comunque questa è un’altra storia, o forse la stessa. Le profumazioni sintetiche sono la decadenza, sono finte, costruite, veri e propri specchietti per le allodole.

Mi era balenato di gettare nello scarico quello che rimaneva del detersivo con la profumazione odiosa. Dove buttarlo? Ho iniziato a pensare, nello scarico? No dai,  inquinare così alla leggera non mi andava. Ma se continuo ad usarlo del resto farei la stessa cosa ma a piccole dosi diluite nel tempo. Curioso come a volte facciamo cose senza pensare.

Un giorno apro il link di Altroconsumo, nota associazione che si batte per smascherare le bugie delle multinazionali agli occhi dei consumatori. Nell’articolo che parla della black list dei detersivi più nocivi compaiono le profumazioni sintetiche: deodoranti per ambienti, diffusori e anche quelle che mettono nei detersivi.

Clicco su un altro link  che s’intitola 3 MODI PER CAPIRE SE IL TUO BUCATO HA RESIDUI DI DETERSIVO. Il profumo è una delle evidenze del fatto che molto di nocivo rimane intrappolato nelle fibre dei vestiti.

Bene, era arrivato il tempo di cambiare, lo dovevo fare per i miei figli. Visto che pure molti detersivi ecologici contengono profumazioni sintetiche, ho optato per prodotti 100% ecologici ricavati da ingredienti naturali.

Come faccio il bucato per i bambini in modo ecologico? Ora uso esclusivamente 4 prodotti:

  • al posto del detersivo tradizionale uso l’Ecosale, miscela di sali naturali a base di percarbonato di sodio. Aggiungo 2 misurini di prodotto, che corrispondono grosso modo ad un  cucchiaio, nella vaschetta della lavatrice.
  • Il Biolemon, acido citrico 100% ricavato dai limoni, lo uso come ammorbidente. Anche in questo caso basta un cucchiaio di prodotto per ammorbidire i capi.
  • Lemon oil per profumare il bucato in modo naturale (finalmente). E’ un olio essenziale che addiziono proprio sopra al Biolemon (l’ammorbidente).
  • Elettrosfere, coppia di sfere con all’interno perle di tormalina che a contatto con l’acqua la rendono alcalina. In parole povere elimina cloro e metalli pesanti presenti nell’acqua. Le sfere vanno aggiunte direttamente nel cestello della lavatrice e assolvono ad un altro compito altrettanto importante, simulano il lavaggio a mano in mezzo ai vestiti nei diversi cicli di rotazione. Ecco perchè sono 2!

Ho acquistato i prodotti per fare il bucato per i bambini in modo ecologico nello shop www.blueeco.it

MORE FROM GIOVANNA DI GIORGI

ENTRA NELLA COMMUNITY

We use cookies to ensure that we give you the best experience. If you continue without changing your settings, we’ll assume that you are happy to receive cookies from our website. anytime by typing