Storie di Bellezza

Cersaie: cosa aspettarsi dal salone, tra ceramica e bellezza

Se siete alla ricerca di ispirazioni e nuovi trend il Cersaie è il posto che fa per voi!

3
Like

Se siete alla ricerca di ispirazioni e nuovi trend in fatto di rivestimenti in ceramica e arredo bagno il Cersaie è il posto che fa per voi!

Dal 24 al 28 settembre infatti Bologna ospiterà la 36° edizione del Salone Internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno.

Un’occasione questa utile sia agli gli addetti del settore, come momento di aggiornamento su nuove proposte e tendenze, ma anche a chi fosse in procinto di acquistare o ristrutturare casa per la possibilità di usufruire degli appuntamenti gratuiti di consulenza proposti durante la manifestazione.

Collezione Newdot Solidbrick Mauve

Tra gli eventi imperdibili che avranno luogo durante Cersaie 2018, vi segnalo senza dubbio la mostra collettiva che quest’anno giunge alla sua quinta edizione con il titolo “The Sound of Design – Italian Style Contract”.

Dopo i quattro precedenti appuntamenti – CerSea nel 2014, CerStile nel 2015, CerSail Italian Style Concept nel 2016, Milleluci nel 2017 – la mostra collettiva di Cersaie 2018 anche quest’anno mette in relazione una selezione di aziende di elevato profilo con un pubblico internazionale di acquirenti, oltre a professionisti alla continua ricerca di nuovi spunti creativi.

Allestita presso il nuovissimo padiglione 30, la mostra in questa occasione avrà un focus rivolto al mondo del contract e alle eccellenze dell’Italian Style, rimanendo comunque fedele al suo approccio trasversale. Con “The Sound of Design – Italian Style ContractAngelo Dall’Aglio e Davide Vercelli, curatori dell’esposizione, intendono mostrare che la musica e il design possono restare immortali, adattarsi a mode e tendenze del momento e essere anche benzina per nuove idee. Il visitatore verrà qui accompagnato attraverso un allestimento suddiviso il 10 set ed allietato da videoclip e canzoni, icone senza tempo pubblicate tra il 1976 ed il 1983. Un percorso emozionale che coinvolgerà lo spettatore nella percezione di tecnicismi e flessibilità di superfici in ceramica, rivestimenti per l’architettura e prodotti di arredo bagno: i veri protagonisti della mostra.

Per quanto riguarda invece una riflessione sui nuovi trend in mostra al prossimo Cersaie va prima di tutto analizzato ciò che è stata l’edizione 2017. Quelle viste infatti a Cersaie 2017 sono state ambientazioni in cui senza dubbio il lusso era protagonista. Materiali preziosi per atmosfere sofisticate anni ‘50 e ‘60, ma che anche inglobavano reinterpretandoli scenari sperimentali più tipici dei ‘70 – ‘80. Per cui mi aspetto che si riprenda proprio da questo biennio (come un po’ la mostra The Sound of Design già ce lo preannuncia) sia per sfociare poi negli eccessi cromatici degli anni ‘90 e, in contrapposizioni, in rassicuranti nuance naturali più minimal.

Newdot collection

 

Collezione Decorline – Stripbrick Emerald

Collezione Metrochic Dark

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM ELISABETTA MATTIELLO

ENTRA NELLA COMMUNITY