Salone Internazionale del Mobile 2018

Cerasa: quando il Bagno unisce l’Art Déco con le nuove tendenze

Nel centro della città di Parigi, più precisamente nel VII Arrondissement, sorge l’Hotel Des Invalides, un enorme complesso di edifici in stile barocco costruito nel XVII secolo per ospitare i soldati feriti o resi invalidi. Qui il 28 aprile 1925 venne inaugurata l’Exposition internationale des Arts Décoratifs et industriels modernes, l’esposizione universale che ha dato il via all’Art Dèco, e da cui ha preso anche il nome.

Quasi un secolo dopo l’Art Dèco rivive negli spazi dello stand Cerasa al Salone del Mobile 2018.

Cerasa e il Bagno per l’azienda: lo stile retrò rivisto con un occhio all’innovazione

Cerasa ha esposto sei collezioni attraverso un percorso originale, studiato per lasciare sorpreso lo spettatore, in ambienti che ricordano più un salotto che un bagno. Ed è proprio il messaggio che ha voluto lanciare Cerasa per suggerire che sta sviluppando elementi e soluzioni per tutti gli ambienti e non solo per il bagno, come da sua storia sin dal 1983.

Cerasa

Cerasa ha presentato quello che è il concetto di bagno per l’azienda, un ambiente con precise esigenze ma libero da preconcetti e schemi fissi, a favore di una ricerca volta all’innovazione e all’originalità.

Il bagno è infatti lo spazio che per caratteristiche intrinseche contiene più limiti, e dove il problema di commistione tra estetica e funzionalità diventa fondamentale.

Questione su cui il CEO Roberto Riboldi sembra avere le idee chiare: “Nel momento in cui concepiamo una nuova collezione o un nuovo prodotto andiamo a vedere quale è la sua fattezza estetica, il suo impatto, ma ovviamente dobbiamo anche tenere in considerazione le esigenze del consumatore e quindi tutto quello che circonda la parte ergonomica del prodotto. Ovviamente l’accostamento del bello e del funzionale è fondamentale altrimenti non funzionerebbero entrambe le cose.”

Cerasa

L’Eleganza è il filo conduttore delle sei collezioni e ogni piccolo dettaglio è rivolto ad esaltare ed esplorare questo concetto in tutte le sue forme. Sviluppo tecnologico, studio dei materiali, ricerca estetica: sono le basi del lavoro che si possono inferire esplorando lo spazio espositivo di Cerasa.

E naturalmente l’attenzione alle nuove tendenze del 2018.

“Sono sicuramente linee più squadrate. Un ricordo di un passato, di un’Italia dei primi anni venti e trenta. Le nostre collezioni che abbiamo proposto ricalcano queste linee guida, riconducendoci un po’ a uno stile art dèco con molti elementi metallici che fanno da padrone.”

La capacità di unire uno stile retrò all’originalità e alle nuove tendenze, rendendo il bagno un’ambiente in cui affiancare alla funzionalità una ricerca stilistica, un’eleganza e un’attenzione per il dettaglio e per il guizzo rococò che fanno di Cerasa da più di trent’anni una dei brand traino in questo settore.

MORE FROM REDAZIONE GUSHMAG

ENTRA NELLA COMMUNITY

We use cookies to ensure that we give you the best experience. If you continue without changing your settings, we’ll assume that you are happy to receive cookies from our website. anytime by typing