Scienza & Gnorri

A caccia di mal di testa. I tipi più diffusi.

0
Like

Buongiorno a tutti e benvenuti ad una nuova puntata di Scienza & Gnorri. Oggi parleremo di un male che affligge ormai circa il 15% della popolazione mondiale: il mal di testa.

Il mal di testa è una patologia neurologica, che presenta dolore localizzato all’interno del capo o alla parte superiore del collo. Non esiste una causa unica, ma vanno ricercate nella predisposizione genetica, nelle cause endogene (interne all’organismo) e a fattori scatenanti (cioè gli stimoli che innescano le alterazioni).

Quanti tipi di mal di testa esistono? Vediamo ora alcuni esempi:

sinusiteMal di testa sinusale: il dolore si presenta come un dolore pulsante al volto, al di sotto degli occhi o sopra i denti. Il dolore aumenta al movimento della testa o se ci si china. Chi ne soffre spesso avverte anche una inusuale sensibilità al tatto. La causa risiede nelle cavità simulassi, che in seguito ad una infezione, provocano mal di testa di diversa intensità. Fortunatamente questo tipo può essere curato con antistaminici, spray nasali o decongestionanti.

cefalea a grappoloCefalea a grappolo: questo tipo di cefalea colpisca circa una persona su mille. Gli episodi dolorosi si presentano a gruppi, come suggerisce il nome, a volte anche due o tre in rapida successione. Il dolore può risultare talmente intenso da non permettere al paziente di muoversi, anche per giorni. Questa cefalea è particolarmente debilitante, ma ricercatori norvegesi stanno sperimentando un trattamento a base di tossina botulinica, per paralizzare un fascio di nervi coinvolti nella trasmissione del dolore.

Emicranie: patologia neurologica, a volte molto debilitante. Si suddivide in base alla presenza o meno di aura (disturbo della vista o altri sensi). Chi soffre di emicrania non sempre presenta anche mal di testa, ma questa patologia ha anche altri sintomi, come nausea, ipersensibilità, sonnolenza. Le donne sono più soggette alle emicranie (forse a causa della differenza ormonale.

cefalea tensivaCefalee tensive: parliamo dei più comuni mal di testa. Il dolore si concentra generalmente ai lati della testa, con un sensazione di pressione negli occhi; i suoi effetti sono meno dolorosi delle emicranie e non impediscono le normali attività, anche se alcuni soggetti ne soffrono per tempi prolungati (anche giorni). L’incidenza di questa forma di cefalea è di 1 caso ogni 50 persone.

Con questo abbiamo terminato questa puntata di Scienza & Gnorri. Alla prossima settimana!

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM GIADA

ENTRA NELLA COMMUNITY