Una mela al giorno

Buono come il pane (coraggioso)

0
Like

Un viaggio.
Un’avventura fatta di passione, volontà, e amore per l’alimento più buono che c’è, il pane.

Parte da qui la storia del Pane Coraggioso, quello che non ha paura di essere com’è, quello che non cerca scorciatoie per piacere a tutti, quello che va controcorrente. E da qui nasce anche l’idea di Anticamente, direttamente dalla mente e dal cuore di Damiano e Mirko, due amici accomunati da un certo coraggio e quel filo di stravaganza che li ha permesso di realizzare il loro sogno: fare il pane come una volta.

damiano e mirko

Tutto nasce da un viaggio, dalla scoperta casuale ma non troppo di farine buone, fatte con grani antichi, quelle che hanno nutrito i nostri nonni e bisnonni, e sicuramente milioni di altre persone prima di loro. È bastato questo per accendere quella scintilla, quel lumicino che tre anni fa ha iniziato a crescere e che oggi nonostante le difficoltà riesce a farsi spazio nel mondo sempre più globalizzato delle farine e del pane.

16265370_729487383881806_6992612904056639656_n

Anticamente non è solo un forno, un luogo dove produrre pane buono, ma è un’intera filiera, che è diventata tale grazie ad agricoltori e aziende agricole del territorio della provincia di Venezia, che hanno deciso di accettare la sfida: coltivare solo grani antichi, biologici, buoni. Ma nulla sarebbe potuto essere tale senza un mulino: i cereali sono macinati a pietra, grazie al mulino Terrevive di Rossano Veneto.

Alla fine della filiera ci sono i Gap, o gruppi di acquisto pane, che grazie a negozi convenzionati tra le province di Treviso e Venezia, permettono di ritirare il pane ordinato online attraverso il sito Anticamente.com.

mind-the-gap-anticamente2-2-1024x424

Grani antichi

Ma cosa si intende per grani antichi? Sono grani che non hanno subito gli interventi di mutagenesi imposti dagli anni ’70, ossia quando è iniziata l’industrializzazione nella produzione delle farine. Proprio per questo i grani antichi sono caratterizzati da un glutine diverso, definito “buono”, spesso presente in quantità decisamente minori e, a differenza delle attuali farine raffinate, salvaguardano da allergie e intolleranze, e chi soffre di queste sensibilità può trovare in questi cereali la soluzione ai propri problemi, celiaci esclusi.

15894835_720018208162057_8882544289291403300_n

Pane della Gigia

I cereali coltivati da anticamente sono principalmente il Farro Monococco, il primo cereale addomesticato dall’uomo, e il Frumento Piave, una varietà locale diffusissima nelle campagne venete fino al XX secolo. Ma ci sono anche altre varietà  come Gentilrosso, Inalettabile, Andriolo, Verna, Ardito, Abbondanza, che insieme danno vita a farine integrali vere, vive, buone.

Il Lievito madre

Per la produzione di pane, Anticamente utilizza solo lievito madre. Materia viva, ottenuta semplicemente dalla fermentazione di farine di grani antichi e acqua. Nessun aiuto, nessuno sconto su tempi e sulle modalità. Solo il naturale effetto dei batteri sulla materia prima, che riesce a far lievitare pagnotte genuine e buone, morbide anche una settimana dopo essere state sfornate.

La “startup” del pane come una volta

Questa è Anticamente, questi sono Damiano e Mirko, questo è il pane coraggioso. La cosa straordinaria di questa strana coppia di amici, uno proprietario della Pizzeria Capri di Jesolo, l’altro grafico, fondatore di Sputnik, è che tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’unione delle loro vite, delle loro esperienze, delle loro passioni. Pur differenti, si sono fusi insieme, creando qualcosa di magico.

14657291_673852092778669_7881110734745421040_n

Pane pronto per la consegna

Questo è quello che succede quando si insegue un sogno e alla fine lo si raggiunge davvero.

Passate a trovarli ogni venerdì, a Musestre, nel loro forno, dalle 16:00 alle 19:00. Una chiacchierata, un bicchiere di buon vino e qualche fetta di pane (col salame). Il modo giusto per scoprire questo nuovo mondo antico.

Ecco il sito, per saperne un po’ di più: http://anticamente.com

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM LUCIA BONAN

ENTRA NELLA COMMUNITY