Winestesia

Buon Compleanno Gushmag

0
Like

 

Buon Compleanno Gushmag

 

E alla fine, non sono gli anni della tua vita che contano. E’ la vita che c’è stata nei tuoi anni.

Abraham Lincoln

 

Sono trascorsi diversi mesi dal mio ultimo articolo ed oggi che finalmente torno a scrivere voglio farlo per celebrare il compleanno di Gushmag, il social magazine che da due anni ospita tra le sue pagine questa mia rubrica.

Per vari giorni ho pensato a come impostare questo scritto, non è poi così semplice trasformare un biglietto d’auguri in un articolo, alla fine ho pensato che il miglior modo per rendere omaggio a questo meraviglioso magazine era raccontare brevemente la mia storia di gushmagger, intrecciandola con quella di Gushmag.

Come diventai gushmagger | Tutto ebbe inizio un giorno di maggio

Erano i primi giorni di maggio del 2014 quando fui contattata da Veronica Balbi, fondatrice e direttrice del magazine, per entrare a far parte della redazione con una rubrica da me gestita.                                                                                                    

Ricordo la mia emozione nel leggere quel messaggio, nel vedere per la prima volta le pagine di Gushmag scorrere davanti ai miei occhi e nell’accettare quell’invito.                                                                                                                                                  

Gushmag aveva soltanto pochi mesi ed era ancora in fase di sviluppo; la grafica non era quella di oggi, la redazione era molto più ridotta e le rubriche avevano cadenza settimanale (Light & Shadows veniva pubblicata inizialmente il mercoledì, successivamente il lunedì).                                                                                                                                                                        

Ricordo i miei primi articoli, il mio affannarmi nello scegliere gli argomenti più interessanti da trattare tra i centinaia che mi passavano per la mente e la voglia di coinvolgere altre persone; i tanti artisti emergenti, che talvolta faticano a trovare uno spazio libero pronto ad accogliere le loro giovani idee, ma anche individui distanti dal mondo dell’arte, persone con il desiderio di raccontare le loro vicende umane e sociali, come nel caso degli operai della Smith di Saline di Volterra.

Il tempo passa & Gushmag si rinnova!

Nel corso del tempo molte cose sono cambiate: il magazine ha cambiato look, la redazione si è arricchita, le rubriche non hanno più un giorno fisso di pubblicazione ed ogni gushmagger ha visto “trasformarsi” il proprio “spazio – scrittura” in un vero e proprio social magazine, per il quale chiunque voglia può fare da contributors proponendo il proprio talento o dando semplicemente spazio alla propria voglia di scrivere.

Traguardi di Gushmag | Traguardi di Gushmagger

In questi anni Gushmag ha raggiunto molti traguardi e ha regalato a noi che ne facciamo parte molte soddisfazioni aiutandoci a crescere professionalmente e ad accrescere la nostra voglia di scrivere, promuovere e condividere i nostri pensieri.

Personalmente grazie a Gushmag ho avuto l’opportunità di dar vita ad uno spazio tutto mio, una piattaforma di lancio per le mie idee che mi hanno permesso di entrare in contatto con molte persone, le quali hanno arricchito il mio percorso umano, sociale e culturale.
A tutti i gushmagger e a tutti voi che avete condiviso con me anche un solo “tratto” di questa strada, che mi auguro possa essere infinita, va il mio più sincero ringraziamento.

 

Tanti auguri Gushmag !

 

#HBGushmag #WeAreGushmag

 

Eleonora Gadducci

 


 

Photocredit : Gushmag

 

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM ELEONORA GADDUCCI

ENTRA NELLA COMMUNITY