Coni et Amo

Di brevi storie tristi, magia e gelosia – ep.8

0
Like

RC accolse GF nel team con lo stesso entusiasmo con cui si scopre di aver contratto una malattia venerea. “Accademia delle Belle Arti” – pensava diffidente RC – “che contributo potrà mai portare un’artista all’interno del nostro flusso aziendale?”

RC però, un po’ perché è un professionista, un po’ perché si è trovato costretto, ma soprattutto perché GF lo assillava 24 ore su 24, iniziò piano piano a conoscerla e a rivalutarla. GF infatti sapeva di avere degli assi nella manica, e un po’ alla volta cominciò a tirarli fuori: entusiasmo, rapido apprendimento e, ultimo ma non per importanza, sagacia.

GF sapeva di poter contare sempre su RC: era diventato il suo faro nella nebbia. Nella nebbia di idee, di situazioni o di fumo di sigarette, RC era lì a sostenerla e a incoraggiarla. GF imparava ogni giorno dal suo mentore e non perdeva l’occasione per ripetergli quanto era fondamentale la sua opinione critica riguardo a qualsiasi cosa.

RC allo stesso tempo era solito confidarsi con GF: nelle loro differenze c’era un’affinità intellettiva che trascendeva i gusti musicali, alimentari e caratteriali. RC apprezzava la sua crescita professionale a tal punto che elesse GF sua collaboratrice di fiducia, alla quale affidava anche i compiti più complessi e di maggiore responsabilità.

Nell’arco di un intenso anno professionale insieme, GF e RC ormai erano come Harry e Silente:

Tutto sembrava perfetto.

Finché non arrivò lui.

RB entrò in ufficio una mattina di marzo. Giovane, bello e prestante, con passo sicuro si diresse alla sua nuova postazione lasciando dietro di sé una scia di automation e savoir faire. Non c’era un briciolo di incertezza nei suoi occhi. Era lì per uno scopo ben preciso: catturare i dati e sbatterli in una cella di Excel.

GF però non si fidava. Sapeva che qualcosa stava cambiando.

RC infatti, da sempre attratto dalla perfezione, rimase presto stregato da cotanta eccellenza: RB era già molto rinomato per le sue doti professionali e le sue competenze linguistiche, ma si scoprì avere anche un talento naturale nel rievocare gli spiriti delle divinità a qualsiasi ora del giorno, pronunciando sempre nuove formule magiche.

Di lì a poco RC e RB diventarono inseparabili. GF, che la sorte ha voluto si trovasse proprio in mezzo ai loro centri di comando, subiva in silenzio questo repentino cambio di atteggiamento e cominciò a diventare sempre più invisibile agli occhi di RC che ormai passava le sue giornate a lanciare scintille strategiche con il suo amico RB. Ignaro dell’insofferenza di GF, RC non solo smise di rivolgersi a lei, ma iniziò anche a sbatterle in faccia la sua storia d’amore con RB pubblicando apertamente i loro dialoghi quotidiani.  

Un giorno però GF, che è sempre stata dotata di arguzia, pensò bene di contaminare il loro spazio editoriale con un articolo che distogliesse l’attenzione da questo idillio mellifluo.

GF voleva solo dimostrare a RC che anche lei, volendo, sa usare termini colti.

Voleva far sapere inoltre che, nel caso non si fosse capito, stava scherzando e che RC e RB sono entrambi i suoi R preferiti.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM GIULIA FAVARON

ENTRA NELLA COMMUNITY