Almost thirty

BLONDEBUNDLE: un “fascio” di idee

0
Like

Viaggiare ti permette di conoscere tante nuove persone. Milano mi ha fatto conoscere lei.

Gioia Zloczower, classe 1990, nata e cresciuta a Vienna e come seconda casa, Israele, dove ha intrapreso i suoi studi universitari. Lunghi capelli biondi e spesso associata, come dice lei, ad un “albero di natale” per la quantità di gioielli ed accessori che indossa quotidianamente. Una voce acuta e un naso “importante”. La moda è la sua vita: la respira, la mangia, la sente, la vive. Oltre alla moda ama la fotografia, passione ereditata dal padre fin da piccola.

0.1_Blondebundle

Vi voglio raccontare di lei e del suo bellissimo blog: Blondebundle.

“Blonde”, biondo, “Bundle”, fascio: la scelta di questo nome, perché tutti i suoi amici le dicono sempre che i suoi capelli, che non passano di certo inosservati, sono come un “fascio di segreti”. Un po’ come la sua arte, che è sempre un grande casino e un “fascio” di tante cose.

Blondebundle nasce dalla grande passione di Gioia per la moda: “La moda è da sempre il mio principale mezzo di espressione, e ciò che mi contraddistingue è che ho sempre vestito in modo insolito e stravagante. Il mio umore influenza il mio vestito e il mio abito influenza il mio umore”. Il suo stile è che non ha uno stile: l’unica cosa che indossa sempre e comunque, è il sorriso. Proprio per questo motivo Gioia decide di voler documentare il suo modo di essere e, una città colorata come New York, dove attualmente vive, è l’ideale per trovare ispirazione in ogni angolo. I colori e l’energia che emana la Grande Mela sono i migliori elementi che la ispirano artisticamente. “C’è un’energia particolare e unica in questa città, qualcosa che non si può descrivere”, mi racconta Gioia, e per mostrarcelo ha deciso di utilizzare la fotografia. “Ho iniziato a fotografare le persone per strada durante la New York Fashion Week dello scorso febbraio, e da allora, non ho più smesso di farlo”.

Il blog nasce poco più di un anno fa, da un’idea di Gioia, con la collaborazione di due fantastici fotografi: Alex Hooks e Hugo Garcia, suoi amici. Le fotografie pubblicate sul blog sono semplici e in ognuna di esse viene indicato il luogo in cui è stata scattata: “New York è grandissima, e dalle foto si può notare come cambi lo stile delle persone da un quartiere ad un altro”, mi racconta.

Le sue foto non hanno bisogno di descrizioni, “parlano” da sole.

0.4_Blondebundle

Potete seguirla e vedere le sue bellissime foto in Instagram (@blondeblunde), nella pagina Facebook e nel suo blog (blondebundle.com).

0.3_Blondebundle

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM GIULIA PEZZUTO

ENTRA NELLA COMMUNITY