Sapore di design

Artigiani d’oggi

0
Like

“Nei momenti difficili un’intuizione forte può dare senso e concretezza a bisogni diffusi. Tale è l’uomo artigiano, ovvero l’homo artifex, che persegue per sé e per la propria personale soddisfazione la ricerca dell’opera quasi perfetta, del buon lavoro fatto con arte, intelligenza, sapienza manuale e conoscenza.”
L’uomo artigiano, Richard Sennett

Allo stesso tempo, voglio citare Stefano Micelli, autore de Futuro artigiano:
“il futuro è l’artigianato. Il lavoro non si cerca, si crea”.

Concretezza, soddisfazione, ricerca, lavoro, arte, intelligenza, sapienza manuale, conoscenza, creazione, e Futuro: questi sono i concetti chiave che guidano i nuovi artigiani.

Fino a pochi anni fa, il lavoro dell’artigiano era legato ad un’idea del passato, un contesto in cui un singolo operava nella sua bottega, ricercando, con le sue mani, l’oggetto unico e non seriale.
Oggi vi è una nuova consapevolezza: il fare e il pensare sono intimamente legati tra loro, di più, fare è un modo di pensare. I nuovi artigiani, o makers, partono dal presupposto che il lavoro artigiano non può che trarre beneficio dall’innovazione, dalla ricerca, dalla sperimentazione, dalla condivisione di conoscenza, dalle possibilità offerte della rete, dalla collaborazione.

Le aziende italiane più innovative e competitive, in particolare nei settori della moda e del design, non si sono lasciate sfuggire l’occasione di restituire nuova luce alla qualità artigiana nella convinzione che il saper fare, intriso delle conoscenze tecnologiche e della voglia di sperimentazione, costituisca il tratto distintivo del Made in Italy.

Una delle aziende che ha saputo comprendere il senso del lavoro artigiano contemporaneo è senza dubbio Veneta Cucine. L’azienda ha riconosciuto l’importanza del web e il potenziale di MakeTank, una sorta di spazio virtuale dove mostrarsi, vendere e comprare (marketplace multi-vendor) in cui designer, artigiani e creativi realizzano in autonomia la propria vetrina e propongono centinaia di oggetti. Questo “spazio” è la dimostrazione vivente di come la creatività, la tradizione artigiana e il gusto del bello possano raggiungere risultati inimmaginabili coniugandosi con il sapere contemporaneo.

Veneta Cucine e MakeTank sono stati i promotori del concorso MakeMore: un contest dove si è chiesto ai giovani maker di proporre complementi legati al mondo della cucina e realizzati in legno, capaci di mixare le nuove tecnologie produttive con l’artigianalità.
La giuria ha selezionato cinque finalisti, che meglio degli altri hanno saputo interpretare la tradizione artigiana legata alla materia del legno, caratteristica di Veneta Cucine, e al design contemporaneo.

evi-veneta-cucine-progetto

Chi sono i cinque nuovi artigiani digitali?

Filippo, che in seguito all’incontro con Bruno Munari si è appassionato di design e progettazione.
Il suo lavoro si chiama Appunto: un unico oggetto che riunisce la duplice funzione di orologio e blocco note.
Per ricordare appuntamenti quotidiani o eventi speciali o qualsiasi cosa passi per la testa, con Appunto si potranno usare i fogli di carta del blocco-note e si potranno poi strappare i propri appunti in singoli fogli da archiviare o da portare con sé.

Andrea, che aveva come ambizione quella di realizzare un tavolo stabile, facilmente montabile, senza necessità di incollaggi o giunzioni meccaniche, esteticamente pulito nelle linee e al contempo ricercato nell’immagine generale e alla portata di tutti. Ecco allora che nasce Joint, ricavato da un solo pannello e facile da montare. Joint ha la possibilità di essere ridotto ad un “pacco piatto”: ciò lo rende adatto alla vendita non solo tramite distributori ma anche su piattaforme online.

Mariano, secondo il quale il design è un processo che deve tener conto della passione e dell’emozione di chi guarda. Il suo progetto, un contenitore salvaspazio modulare chiamato MakeSpace, nasce dalla necessità di recuperare spazio negli ambienti sempre più piccoli, disordinati e saturi in cui viviamo. MakeSpace è un complemento d’arredo universale, unico sul mercato, studiato per i nuovi spazi sia domestici che professionali e facile da utilizzare e pulire. A livello estetico, reinterpreta forme e materiali del passato con un tocco di contemporaneità.

Costanza e Alberto, professionalmente KoAl design, che nel loro operare di designers mirano a migliorare alcuni aspetti pratici della vita quotidiana. I due hanno proposto Planisfera, una lampada a sospensione capace di conciliare l’estetica della tradizione del vimini intrecciato con le nuove tecnologie produttive del taglio laser attraverso una struttura 2D (agevole ed economica da spedire), che assume tridimensionalità solo quando viene utilizzata. Planisfera è composta da un foglio di legno e una sottile lamina metallica: il legno rimanda alla tradizione del vimini, conferendo calore alla struttura, mentre il metallo, oltre a esaltare la luminosità, ha la funzione di mantenere la forma plasmata dall’utente.

Claudia, con il suo piccolo-grande laboratorio cbdisegno, convinta che le sensazioni e le emozioni che il design vuole evocare siano ingredienti fondamentali della nostra vita, disegna e produce le sue idee avvalendosi di validi artigiani del settore, che la aiutano ogni giorno a crescere e migliorare le conoscenze materiche e tecniche. Per MakeMore, ha progettato Torē, un vassoio in legno multistrato di faggio tagliato al laser: “desideravo disegnare un oggetto d’uso che parlasse della sua funzione legata alla convivialità e all’ospitalità, traducendo nella sua forma i concetti di movimento e leggerezza, con attenzione anche alla semplicità di produzione e assemblaggio.”

Dopo la selezione della giuria, a partire dal 15 settembre, viene chiesto agli utenti del sito www.make-more.it di eleggere il progetto vincitore, diventando davvero parte attiva della fase finale del contest attraverso un sistema di prenotazioni online, che permetterà ad uno dei finalisti di veder realizzato il proprio progetto.
Il primo che raggiungerà, entro il 15 novembre 2014, il numero minimo di prenotazioni richieste, sarà il vincitore assoluto della prima edizione del contest MakeMore e verrà prodotto in anteprima per quanti se lo saranno aggiudicato, per poi entrare nel catalogo Add More di Veneta Cucine: l’innovazione fa parte anche dell’approccio per scovare nuovi talenti, che attraverso il web hanno una nuova strada per avere visibilità e per poter realmente produrre e mettere in vendita gli oggetti.

“La creatività è l’arte di sommare due e due ottenendo cinque”…quant’è vero!

0

1 orologio_appunto_colorato-2

1 orologio_appunto_neutro-3

1 orologio_appunto_neutro-10

2 joint-2

2 joint-6

3 MakeSpace-def

3 MakeSpace-enviroment

3 MakeSpace-ESPLOSO

4 foto3

4 foto5

4 foto12

5 Tore-1

5 Tore-3

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM AGNESE

ENTRA NELLA COMMUNITY