Salone Internazionale del Mobile 2018

Arper: il brand di design della “relazione” esplora i suoi sei valori

0
Like

Arper per noi di Gushmag è un’azienda speciale. Nata e cresciuta grazie alle risorse e alle esperienze possibili solo nel nostro territorio, la provincia di Treviso, e fortemente orientata all’innovazione, alla sostenibilità nel design, alla bellezza. Arper è definita da tanti elementi, ma noi ci vediamo soprattutto quello del valore della relazione tra le persone, facilitato da soluzioni di design che mettono al centro prima di tutto la comodità e il benessere della persona.

L’approccio di design di Arper: da Treviso al mondo, pensando sempre alle persone

Nata come azienda produttrice di sedie, divani e tavoli nel 1989 a Monastier di Treviso, grazie alla visione imprenditoriale di Luigi Feltrin e alla guida perpetuata dai figli Claudio e Mauro, dal Triveneto Arper è diventata una vera e propria azienda globale, riconosciuta in tutto il mondo per il proprio approccio unico orientato alla relazione. Arper si descrive così:

Arper crea sedute, tavoli e complementi di arredo per la collettività, il lavoro e la casa.
Il nostro approccio è orientato alla relazione, e si traduce in un design rivolto all’estetica e all’usabilità; in un’ottica globale, innovativa e personalizzata al servizio; nella valorizzazione dei contesti locali all’interno delle strategie di internazionalizzazione; in politiche organizzative sempre improntate alla trasparenza e al mantenimento di una solida e coerente identità di marca.

Arper Iconic

Alcune sedute di Arper sono diventate iconiche: basti pensare alla sedia Catifa nelle sue diverse versioni. Ma soprattutto, Arper, nei suoi quasi 30 anni di storia, ha sempre progettato in coerenza con alcuni concetti che sono diventati fondanti per la propria identità. Ecco come Arper descrive il proprio approccio di design:

Far nascere un nuovo prodotto significa prendersi cura di ogni fase del suo sviluppo — dal design, alla produzione, al suo impatto ambientale. Lo facciamo combinando forma e funzione, sempre con una grande attenzione ai dettagli: la sintesi finale è perfetta, nella sua eleganza.

La combinazione di forma e funzione, il dilemma classico del mondo del design, è risolto da Arper così: dando attenzione a ogni singolo dettaglio per portarli a una sintesi che sfiora la perfezione, e non manca di nessuno dei due elementi. Nel tempo, Arper ha quindi riconosciuto che il valore più importante nelle proprie creazioni è il “together”: tenere tutti gli elementi insieme, favorire la relazione tra le persone, ottenendo equilibrio tra società, produzione, esigenze delle persone. Un effetto unico. Definito da quelli che allo stand del Salone del Mobile 2018 sono stati comunicati come “Arper Values”. Equilibrio, Famiglia, Intuito, Leggerezza, Colore, Gioco.

Arper Values: Arper al Salone del Mobile 2018

Arper Stand Salone del Mobile 2018

Abbiamo avuto la fortuna e l’onore, al Salone del Mobile 2018, di collaborare con Arper per capire insieme come le persone vivessero il design e il brand. Forse non si può avere una risposta, ma come Arper, abbiamo osservato i dettagli. E abbiamo notato come lo stand dell’azienda fosse uno dei più frequentati del padiglione, con la curiosità e lo stupore dei visitatori che era palpabile: il sistema modulare di sedute, tavoli e pouff Kiik di Ichiro Iwasaki al centro dello stand favoriva la relazione tra visitatori e personale dell’azienda, ed era simbolo di tutto ciò che vuole incarnare Arper, il valore “together”. Persone, insieme, che si conoscevano e stimolavano a vicenda. Attorno allo stand sei vignettes portavano i visitatori alla scoperta dei sei valori, proiettandoli in realtà in un mondo onirico nuovo, eppure possibile e concreto grazie alla materialità della soluzione di design.

Al Salone del Mobile 2018 abbiamo avuto il privilegio di intervistare due designer di Arper, che ci hanno raccontato il loro punto di vista sui valori di Arper facendo un focus sulle loro collezioni di punta presentate quest’anno.

Leggi l’articolo dedicato a Jeannette Altherr e a Paravan di Arper 

Leggi l’articolo dedicato a Ichiro Iwasaki e a Kiik di Arper

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM REDAZIONE GUSHMAG

ENTRA NELLA COMMUNITY