Il lato giusto della vita

Amarcord: il limonare educativo delle vecchie serie TV

0
Like

Il ricordo è ancora ben piantato nella mente e negli occhi.
Dovevo avere quattordici o forse quindici anni.
Ero ancora un ragazzino un po’ rincitrullito, il mio mondo era ancora un immenso parco dei divertimenti da scoprire, dove tutto era un gioco fantastico.

Quel giorno mi capitò, finiti i compiti nel tardo pomeriggio, di appollaiarmi sul divano e di vedere una di quelle serie tv del tempo, incentrata sulla vita dei teenager americani.

In quella puntata, il classico gruppetto di ragazzini ultra stereotipati era impegnato a spassarsela col gioco della bottiglia, uno dei momenti di massima trasgressione collettiva per l’epoca.

Eh si, una volta era quello il concetto di divertimento piccante che consentiva agli adolescenti di prendere contatto con la loro dimensione umana futura.

Vi è concesso di ghignare sdegnosamente o irriverentemente.

Nel corso di quella puntata, ad un certo punto un ragazzetto e una ragazzetta venivano chiusi nell’armadio, a seguito della designazione rotatoria dell’imparziale contenitore di vetro, e i successivi minuti di girato raccontavano gli accadimenti all’interno di quel possibile embrionale nido d’amore.

I due ragazzini, timidi ed imbarazzati, imbastivano una zoppicante conversazione, alla fine della quale lui le rivelava che non se la sentiva di baciarla, e lei, superato lo stupore iniziale, pensava che sì, forse nemmeno lei trovava così di vitale importanza tirare un limone a caso, per quella volta.

La conclusione della puntata, ambientata a scuola il giorno successivo, mostrava lei che, tampinata dalle amiche per sapere cosa fosse successo al riparo delle due ante del peccato, rispondeva con un laconico “Non è successo niente!”, quasi con aria di sfida.

Le amiche, stupefatte, si giravano poi verso di lui che passava in quel mentre, rosso in viso, e con la testa bassa, e lo salutavano con tanto sorriso e sventagliamento di manine.

Salutavano l’eroe.

Colui che aveva trattato con un eccesso di dignità e galanteria una giovane donna, aveva saputo dire no, ad una convenzione goliardica e certamente innocua, come il bacio alla francese al riparo degli amici indiscreti in attesa.

Era qualcosa come 13 anni fa, anno più anno meno.

Un telefilm americano, destinato alla visione di un pubblico di giovani, dedicava una puntata ad un episodio tanto scemo e puerile, quanto denso di significato sociale.
Quella piccola presa di coscienza del pur minimo peso del contatto ravvicinato tra due esseri umani, veniva evidenziata con positività, quasi caldeggiata.

Ci sono dei momenti nella vita nei quali ti è concesso di fare una scelta, sembrava dire.

Ok, adesso potete tornare ad aprire video di Miley Cyrus a caso, per riprendervi da questa pera di moralismo bigotto e retrogrado.

Un caro saluto a tutti da me e Gianni Morandi.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM MASSIMILIANO SANTOLIN

ENTRA NELLA COMMUNITY