LoverCoasters, una vita a testa in giù

Altro giro, altro regalo… O forse no

0
Like

I parchi divertimento sono i luoghi dell’allegria per antonomasia:le grida di felicità dei bambini, palloncini colorati, simpatici pupazzi e giostre musicali animano questi luoghi di svago. Capita, però che per diversi motivi, alcuni parchi cessino la propria attività e, una volta dismessi , le strutture vengano abbandonate e, col passare del tempo, cadano in rovina.

Il web è zeppo di testimonianze fotografiche provenienti da tutto il mondo. Ho scelto 5 parchi per voi, dalle storie diverse, ma uniti da un comune triste destino.

Vediamo insieme i Parchi Divertimento Abbandonati:

Europa – Ucraina – Pripyat: Pripyat Amusement Park –  27 Aprile 1986

Situata a 3 km dalla centrale di Cernobyl, oramai divenuta una città fantasma, la piccola Pripyat ospitava quasi  50.000 persone, quando l’incidente nucleare indusse tutti all’evacuazione. Il giorno seguente inaugurava il parco divertimenti che, dopo solamente qualche ora di attività, fu costretto a chiudere i battenti. Le radiazioni tuttora persistono e impregnano l’area, nonostante questo, ci sono parecchie testimonianze fotografiche dello stato di abbandono del parco che elevano a icona dell’abbandono l’ormai arrugginita ruota panoramica.

Pripyat

Giappone – Kamikuishiki – Gulliver’s Kingdom  1997 – 2001

Questo parco, dedicato all’eroe del romanzo di Jonathan Swift, trasportava i visitatori in una dimensione lillipuziana, attraverso l’enorme statura di Gulliver, simbolo del parco. Nonostante fosse situato ai piedi del Monte Fuji (attirando potenzialmente moltissimi turisti), il parco era anche confinante con una foresta, chiamata “Foresta dei suicidi” e un villaggio teatro di episodi di cronaca nera: come ben potete immaginare, queste credenziali non rendevano il parco troppo appetibile per i turisti e ben presto si andò incontro al fallimento.

Gulliver

America – New Orleans – Six Flags New Orleans  2000 – 2005

Questo parco ha avuto la sfortuna di trovarsi sul cammino dell’uragano Katrina e ritrovarsi sommerso dall’acqua, al punto da rendere impensabile un recupero della struttura e procedere con la chiusura.

six_flags_nola_01

Corea del Sud – Okpo – Okpo Land ? – 1999

Una delle attrazioni simbolo del parco, il piccolo coaster con le paperelle, provocò due incidenti mortali a distanza  ravvicinata.

okpo

Italia – Lombardia – Limbiate – Città satellite (Greenland) 1964 – 2002

Problemi finanziari stanno alla base della chiusura del parco lombardo. In occasione di Expo 2015 si era parlato di un’eventuale riqualificazione della zona, ma nessun lavoro è stato effettuato.

4786741704_e94e2a808b_o

https://www.flickr.com/photos/35817781@N05/

Ora bando alla tristezza! Domani si riparte con la nuova stagione: sarò a Gardaland per il giro inaugurale del nuovo Coaster Oblivion: settimana prossima condividerò tutti i dettagli con voi!

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM MAURA CANTADORE

ENTRA NELLA COMMUNITY