LoverCoasters, una vita a testa in giù

Alla scoperta di Legoland Deutschland: è meraviglioso!

0
Like

Il caldo africano che sta pervadendo le nostre giornate non permette spazio per dedicarsi ad attività ricreative diverse dal cercare un po’ di refrigerio spalmati sul divano. Perciò passo le giornate di questo torrido luglio a crogiolarmi nei ricordi delle mie avventure e a progettare i futuri viaggi. A fine giugno, convinta dal costo irrisorio del volo per Stoccarda, mi sono concessa una fuga di due giorni, insieme alla mia compagna di scorribande e siamo andate a trovare Emmet. Detta così, penserete ad un nostro vecchio amico tedesco, in realtà, stiamo parlando del protagonista del film The Lego Movie, presente nel parco di Gunzburg dedicato ai famosi mattoncini colorati: Legoland Deutschland.
Dopo un’ora di volo siamo arrivate al piccolo aeroporto di Stoccarda. Lì abbiamo noleggiato un’auto: muoversi con i mezzi è abbastanza scomodo, al contrario, una volta ritirata l’auto, dall’aeroporto ci si immette immediatamente nell’autostrada, che bisognerà percorrere per un’ora prima di arrivare all’uscita di Gunzburg. Il parco è a 5 minuti dall’uscita stessa, insieme a tutto il resort, dove ci sono gli alberghi, il ristorante, il bowling, il minigolf e l’ufficio informazioni.

DSCN2151Se decidete di visitare questo parco vi consiglio di acquistare i biglietti sul sito del parco: se effettuate l’acquisto almeno una settimana prima della vostra visita potrete risparmiare 10 € ed evitare di fare la coda alla cassa, vi basterà recarvi ai tornelli di ingresso con la stampa del vostro ticket.
Il parco apre alle 10 e chiude alle 18, le attrazioni chiudono un’ora prima.
Sono sempre stata affascinata dai Lego. Le costruzioni, con le quali mi intrattengo fin da quando ero bambina mi hanno sempre incantata: da quando sono stata a Legoland lo sono ancora di più. A partire dal Resort mi ha colpita la tematizzazione: vi sono costruzioni di Lego dappertutto, ma la cosa che mi ha più colpita è la grandezza (in senso fisico) delle stesse. Trovo davvero meraviglioso il modo in cui dei piccoli parallelepipedi colorati possano dare vita a delle creazioni tanto complesse e sfaccettate. Per rendervi l’idea: all’ingresso troviamo un’allegra famigliola con tanto di cane annesso che sta riposando su una panchina. Tutti quanti sono fatti di Lego. A grandezza naturale.
DSCN2236
Ho perso davvero ore ad ammirare tutte le costruzioni in giro per il parco! Ma cerchiamo di procedere con ordine. Legoland Deutschland non offre attrazioni per gli amanti dell’adrenalina, ma tutta la sua forza sta nella tematizzazione. Si divide in 9 aree: quest’oggi cominceremo ad esplorarne alcune insieme!

mappa legoland
Ad accoglierci all’ingresso troviamo il mattoncino più grande del mondo fatto da migliaia di piccoli mattoncini Lego, oltre alla struttura simbolo del parco.
Superato l’ingresso, andando a destra, troviamo l’area Lego X-Treme che ospita uno dei tre coaster del parco, Project X. La particolarità di tutte le attrazioni sta nel fatto che, anche tutti i veicoli ospitanti gli ospiti, hanno le sembianze di enormi giocattoli Lego, e così, ci si prepara ad affrontare Project X a bordo di macchinine colorate! Oltrepassato il classico carosello delle tazze, che però in questo caso sono navicelle spaziali Lego, abbiamo la struttura Lego Akademie e  Nintendo Zone.
DSCN2246La Nintendo mette a disposizione alcune consolle e svariati titoli per poter giocare, mentre nella Akademie è possibile divertirsi con le costruzioni Lego: potete richiedere dei kit e montare i più svariati soggetti con i vostri mattoncini preferiti.
Chiude l’avventura nell’area X-Treme il Cinema 4d che propone spettacoli divertenti, ma come sensazioni rimane un po’sotto la media degli altri concorrenti europei. Nota di merito: le storie non sono incentrate sui dialoghi, cosa che permette a tutti gli spettatori di fruire completamente dell’attrazione, riuscendo a capire la trama del film, indipendentemente dalla nazionalità (cosa che non avviene nella stragrande maggioranza dei parchi).
Proseguendo in senso antiorario troviamo la terra dei pirati: qui la fa da padrona l’imponente splash battle che occupa quasi tutta questa zona. La cosa che continua a sorprendere durante il nostro tour sono le installazioni presenti: qui, ad esempio, troviamo un simpatico trio di pirati musici che intrattiene in passanti con un allegro motivetto. Sono animatronics fatti di mattoncini, con tanto di movimenti. (Potete vedere un breve video qui).

So di essere ripetitiva, ma sono rimasta affascinata dall’atmosfera che si respira a Legoland.
L’ultima area che esploriamo quest’oggi è il Regno dei Faraoni: qui troviamo la dark ride interattiva (tipo Ramses di Gardaland, per intenderci) e il negozio di souvenir, dove è possibile far incidere il proprio nome su alcuni gadget del parco. Oltre alle tazze, ai cappellini e ai box per il pranzo, è possibile personalizzare i mattoncini lego, che vengono proposti come portachiavi. Questa è stata la scelta che ho fatto per avere un ricordo per me, mia sorella e mio fratello.

DSCN2172DSCN2173

DSCN22512015-06-27 12.31.46

Per oggi il tour finisce qui. Non mancate settimana prossima, per continuare la visita in questo meraviglioso parco!

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM MAURA CANTADORE

ENTRA NELLA COMMUNITY