Connessioni

Alabama Monroe, una storia d’amore a stelle e striscie

0
Like

The Broken Circle Breakdown di Felix Van Groeningen, tradotto in Italia con il titolo di Alabama Monroe – Una storia d’amore (perché se nel nostro paese non lo specifichiamo, al cinema non ci va nessuno) è un film belga che però pare un film americano.

Agli ultimi Oscar era in corsa al fianco de La Grande Bellezza tra i favoriti come Miglior film straniero e nonostante sia molto differente dal nostro vincitore, è un melodramma ben costruito. Con ben costruito intendo che le occasioni per lasciarsi andare ad bel piantino non si contano sulle dita di una mano ma sono molte di più!

E’ impossibile non commuoversi perché questo è un film che per definizione di genere porta a soffrire, a star male con i protagonisti, insomma…se state attraversando un brutto momento forse non è il film che fa per voi.

Elise e Didier si conoscono per caso quando lui entra nel negozio di tatuaggi di lei. Elise ha scritto sulla pelle tutta la propria storia, aggiungendo o togliendo i nomi degli uomini che ha amato in passato. Didier, invece, è il cantante di un gruppo folk belga con il mito dell’America. Per entrambi è amore a prima vista, il riconoscere nell’altro LA persona, quella con cui diventare adulti e impegnarsi seriamente. E’ così che nasce Maybelle, la loro bambina. Purtroppo, però, come succede in tutte le storie prima o poi (o almeno nelle più intense), anche la loro sarà messa a dura prova da una serie di eventi. Non vi dirò di più per non cadere nello spoiler più selvaggio.

L’approccio a questo film è totalizzante perché lo spettatore è forzatamente messo di fronte a passioni intense e a dolori ancora più forti, intramezzati, come nel film Blue Valentine, dai dolci ricordi dell’inizio del loro amore, quando tutto è perfetto, magico e ancora da scoprire insieme.

Johan Heldenbergh, l’attore che interpreta Didier, è in realtà l’autore della pièce teatrale da cui è tratto Alabama Monroe e riesce, insieme alla coprotagonista che interpreta Elise (Veerle Baetens, vincitrice dell’European film award grazie a questo ruolo), a riportare sullo schermo un rapporto reale con cui lo spettatore non ha difficoltà ad identificarsi pienamente.

Oltre a ricordare l’America a livello contenutistico, Alabama Monroe è un film strutturato a metà tra un classico film europeo e un film indipendente americano, che però mantiene anche una propria dimensione nazionale grazie all’uso del fiammingo come lingua originale.

Questa pellicola, come molti altri film in programmazione questa settimana, fa parte delle opere selezionate per la Festa del cinema e quindi potrete vederla a 3 euro in tutti i cinema d’Italia dall’8 al 15 maggio.

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM GIADA TOSO

ENTRA NELLA COMMUNITY