Odio i ricci

Afterhours: ecco un live che merita

0
Like

Il concerto degli Afterhours è stato una boccata d’aria fresca.

Frastornata da questo momento dove tutto è un progetto a tavolino, dove tutto è confezionato, dove scrivere per il piacere di scrivere è utopia.. ritrovare una band vera è stata pura magia.

Manuel Agnelli è in una forma strepitosa e sono proprio felice che sia tra i nuovi giudici di “X Factor”.

La nuova generazione mi fa una tenerezza incredibile, crescendo con davanti agli occhi solo i protagonisti dei talent, non ha la minima idea di che cosa significhi l’amore per la musica nel senso più profondo del termine, non ha la minima idea di che cosa siano sacrificio ed impegno e soprattutto non ha la minima idea di che cosa voglia dire tirare fuori le emozioni con la scrittura.

Recentemente ho letto “Amy”, un libro che racconta la storia di Amy Winehouse e alcuni dei suoi brani, pensate, dopo averli scritti, non è più riuscita ad interpretarli perché era troppo doloroso rivivere quei momenti della sua vita. Ecco, per me la musica è anche questo.

Spero che Manuel possa insegnare ai ragazzini che saranno ad “X Factor” il prossimo anno, che si può scrivere anche qualcosa che vada oltre ad “Andiamo a comandare”, oltre alle rima baciate, oltre il desiderio di scrivere per diventare famosi. La sua passione per la musica e il suo talento, sono certa, aiuteranno gli aspiranti cantanti a capire molte cose.

Tornando al concerto che ho visto qualche settimana fa al Market Sound, posso dirvi di cuore che è uno show che merita di essere visto.

C’è energia, c’è amore, c’è cuore, c’è la musica, quella vera. “Folfiri o Folfox”, l’ultimo album degli Afterhours, è uno dei dischi più belli di quest’anno e il live non è da meno.

Applausi.

Qui, le date degli Afterhours: [button content=”www.afterhours.it” color=”black” text=”white” url=”http://www.afterhours.it” openin=”_blank”]

 

 

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM NADIA VENTURINI

ENTRA NELLA COMMUNITY