Adoro il lunedì! Sì è difficile ammetterlo ogni settimana… ma è tutta questione di punti di vista!

Verona – Foto di Paolo Villani – @beniculturali3.0

Navigando nel magico mondo dell’internet mi sono imbattuta in alcune meravigliose foto aeree. Mi ha colpito Verona al tramonto nel periodo natalizio ed ho pensato: quanta bellezza! Nulla è casuale, persino le case sono state costruite per dare una forma specifica alla città. (Pensando che vicino a me ho Venezia… con la forma di un pesce!) Noi davvero possediamo tutto questo ben di Dio? Quanto siamo focalizzati sui particolari alcune volte, come ci impuntiamo sulle piccolezze, basterebbe indietreggiare un attimo e vedere l’insieme, per una volta. Anche solo per cambiare prospettiva! Staccarsi dalla quotidianità e trovare un nuovo punto di vista. Un po’ come prendere l’aereo e sorvolare le nostre città, spariscono la sporcizia e tutte le polemiche, spariscono i dispiaceri e le buche in mezzo alle strade.
Ed ecco: rimani senza respiro a vedere le geometrie delle nostre città!

Così anche nel nostro piccolo, nei problemi che ci costruiamo, proviamo a partire contro corrente, per esempio cominciando a dire adoro il lunedì”!
Sì, perché il lunedì è martoriato da insulti e musi lunghi? Perché è finito il weekend o perché non ci piace come stiamo vivendo? Ogni giorno è meraviglioso e ricco di opportunità, indipendentemente da quale nome gli abbiamo attribuito!

Non esiste Resurrezione, senza Venerdì Santo

Perciò vuol dire che dopo ogni dolore c’è sempre la luce. A volte è più difficile rintracciarla, altre ci vuole più tempo per risalire l’abisso. Però non serve a nulla sedersi sul fondo del pozzo ed aspettare, insomma, alcune volte siamo proprio noi a sotterrarci! Arrivata a questo punto ho imparato una cosa: quando sento che mi sto demoralizzando troppo, faccio un passo indietro. Perché in quel momento significa che sono troppo attaccata alla questione. Serve la giusta distanza per reagire alla tristezza, per non farsi avvolgere… per avere la forza di rinascere dalle proprie ceneri, creare una versione 2.0, aggiornata, di noi stessi!

Questi giorni così caldi e soleggiati (prima dell’immancabile pioggia…) mi hanno fatto capire una cosa: basta piangersi addosso, basta con tutte le fisime sul fatto che io non ce la faccio. Basta dirsi che il mondo “fa schifo”, perché non è vero! “Fa schifo” il nostro modo di prendere il mondo: è ovvio che quando vediamo tutto nero e negativo non può che andare sempre peggio.

Il sole c’è sempre… anche dietro le nuvole!

 

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM CRISTINA ANTIGO

ENTRA NELLA COMMUNITY