Blueeco

5 cose che non sapevo di Blueeco: “Ecco come ho iniziato a rispettare il Pianeta”

0
Like

Da circa 2 anni conosco il mondo Blueeco e la mia consapevolezza verso i cambiamenti climatici e il rispetto del Pianeta è decisamente cambiata. Non che prima rifiutassi gli argomenti, ma trovavo ancora molto difficile seguire uno stile di vita più sostenibile. Un po’ a causa della vita frenetica che faccio tra famiglia e lavoro, e sicuramente un po’ per una pigrizia mentale che mi portava a fare sempre gli stessi gesti.

Un cambio di abitudini

Così un bel giorno, tra i tanti cambiamenti, ho deciso di iniziare a svolgere le normali pulizie di casa in modo ecologico. Ho scoperto Blueeco per caso, grazie ad una mia amica, che da poco divenuta mamma, mi parlava spesso del suo Ecobucato ipoallergenico senza detersivi chimici per proteggere la salute del suo bimbo.

Una nuova tecnologia per non inquinare

Sono diventata una cliente Blueeco in poco tempo, ho iniziato ad acquistare i panni in microfibra per poi passare ai prodotti ecologici per la cura della pelle. Con il tempo ho scoperto ben 5 cose che non sapevo di Blueeco e questo ha rafforzato il mio legame con questa realtà giovane e sinceramente interessata a rendere piacevoli certi compiti a volte scomodi, come pulire la casa ad esempio, nel pieno rispetto dell’Ambiente.

  1. Blueeco vende i propri prodotti con gli stessi prezzi sia online sia con una rete di vendita diretta nel territorio nazionale. Devo dire che il servizio delle consulenti è molto efficiente ed interessante, mi sanno consigliare ogni volta che ho una richiesta specifica e mi aggiornano periodicamente con articoli interessanti su argomenti che non conoscevo prima.
  2. il prodotto per eccellenza è la microfibra e lo posso dire grazie allo schiacciante confronto con gli altri panni che utilizzavo prima. E’ decisamente un ottimo materiale e riconosco che non tutte le microfibre sono uguali, ecco perchè parlo sempre di “microfibra Blueeco” e non di una in generale.
  3. Blueeco ha uno spazio in un interessante e seguitissimo Social Magazine che si chiama Gushmag. Oltre ad articoli davvero interessanti su sostenibilità e natura, tutte le clienti o amanti del tema possono scrivere all’interno di questo spazio.
  4. La sede logistica di Blueeco è a Treviso (non so perchè credevo fosse tedesca o posti simili), e attraverso il web ho scoperto che molte consulenti fanno “base” in diverse zone d’Italia e svolgono il loro lavoro in completa autonomia.
  5. l’ultima cosa che ho scoperto è che a differenza di un noto competitor (appunto tedesco) i prezzi sono molto più accessibili, e devo dire che tutta l’ottica aziendale di Blueeco inizia a piacermi sempre di più: pochi semplici prodotti, adatti per più funzioni che mi vengono suggerite dalla mia consulente Gabriella via whatsapp. Ad esempio con l’essenza di olio essenziale al limone posso pulire il legno, diluirla in acqua per pulire i pavimenti, profumare in modo naturale il bucato e creare un deodorante per ambienti. Tutto con un solo prodotto! (onestamente prima compravo tante cose inutili e sicuramente nocive)

Giovanna

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM GIOVANNA DI GIORGI

ENTRA NELLA COMMUNITY