Blueeco

20 marzo 2017: Benvenuta Primavera, 10 foto sul risveglio della natura

Possiamo salutare ufficialmente l’inverno. Nonostante il 21 marzo sia considerato il giorno d’inizio della primavera, quest’anno l’equinozio si è verificato lunedì 20 marzo alle 11:28, ora italiana. Il motivo è di tipo astronomico, determinato da un singolo istante. “È il momento in cui il Sole nel suo moto apparente nel cielo, da sud verso nord lungo lo Zodiaco, si troverà all’incrocio tra equatore celeste ed eclittica, che è la proiezione nel cielo dell’orbita terrestre“, spiega l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project. Semplicemente giorno e notte hanno la stessa durata. Secondo un calcolo, la corrispondenza dell’equinozio di primavera il 21 marzo, si verificherà nel 2021. Questo perché “L’introduzione di un giorno ogni quattro anni nell’anno bisestile può far oscillare questa data anche di molte ore“, ha detto Paolo Volpini, dell’Unione astrofili italiani (Uai). Nonostante ciò, per motivi pratici, il 21 marzo rimane il giorno di riferimento per stabilire l’avvento della Pasqua.

Il mese di marzo prende il nome da Marte (Martius), il dio della guerra. Forse non tutti sanno che i latini associavano a questa divinità anche il “raccolto primaverile“. E proprio analizzando la parola “primavera” cogliamo il vero significato del termine. Dal latino primo inizio ver primavera, da una radice indoeuropea col senso di ardente, splendente. Un inizio di splendore che coinvolge noi e la natura. Le giornate via via sono sempre più lunghe, lasciano spazio alla luce del sole e a temperature più miti. Gli animali si svegliano dal letargo, spuntano i primi germogli, prati e alberi si tingono di mille colori delle varietà dei fiori. Un vero e proprio spettacolo che celebra la vita! Come descrivere al meglio questa rinascita? Con le immagini naturalmente.

  1. Anche i meno attenti verso la natura, non possono non notare, in questo periodo, le meravigliose chiome rosa degli alberi di ciliegi. Ma anche di meli, peri, albicocchi, mandorli e peschi.35ae350f07c7742755ccea7e8370d16e
  2. È il periodo delle nascite. La primavera è nota come la stagione dell’amore. Molti animali infatti danno inizio alle danze del corteggiamento…nascite
  3. Le giornate più lunghe e le temperature più miti fanno svegliare tantissimi animali dal letargo, tra cui ricci, ghiri, scoiattoli, orsi, tartarughe e serpenti!turtle
  4. Nei giardini e nei boschi, gli insetti sono i veri protagonisti. Ad esempio le belle coccinelle, simbolo di fortuna, sono delle vere è proprie predatrici di alcuni parassiti che attaccano le piante.ladybug
  5. Le farfalle colorano i prati con le loro ali e non lo fanno solo per un giorno, come dice una credenza popolare. La loro vita infatti, a seconda della specie, dura da due settimane a otto mesi.th
  6. La tradizione popolare italiana ci insegna che in questo periodo molti piatti possono essere preparati con erbe selvatiche commestibili. Fiori d’acacia per preparare frittelle dolci, asparagi selvatici per risotti saporiti, germogli del luppolo per gustose frittate e così via. Per chi non lo sapesse, anche la poco simpatica ortica è commestibile. Assicuratevi di raccoglierla con i guanti e di consumarla previa cottura, per zuppe e sformati.fiore-di-robinia
  7. Le fronde spoglie dei salici piangenti si riempiono di tantissime foglioline verdi, regalandoci l’effetto a “cascata” lungo canali e corsi d’acqua.salice
  8. I paesaggi sono verdissimi, questo grazie all’erbetta appena nata. Margherite e viole danno tocchi di colore nei prati, mentre i ciclamini selvatici crescono nel sottobosco.Quand la nature, dans explosion de joie, nous régale de ses couleurs. On se prend à rêver d’être une abeille… When nature, in explosion of joy, regale us with its colors. We start dreaming of being a bee ...
  9. Per gli appassionati di Birdwatching questo è il periodo ideale. Tantissime varietà di uccelli ricominciano a cantare e a costruire il nido. La passera d’Italia, comunemente chiamata anche passerotto,  era fino a poco tempo fa uno degli uccelli più diffusi in Italia. Via via sta sparendo e imparare a rispettarlo è molto importante. Infatti è molto socievole e si fa avvicinare più di qualsiasi altra specie.4n2ddanbrbqmhdp.T0
  10. Oltre alla fioritura degli alberi da frutto e ai fiori spontanei nei prati e nei campi, non possiamo non citare la regina della primavera: la magnolia. La sua fioritura è spettacolare e ci regala grandi fiori profumati e robusti. Dall’aspetto delicato, con sfumature rosa come se fossero dipinti a mano.

magnolia2

MORE FROM ELEONORA DE PAOLIS FOGLIETTA

ENTRA NELLA COMMUNITY

We use cookies to ensure that we give you the best experience. If you continue without changing your settings, we’ll assume that you are happy to receive cookies from our website. anytime by typing