Wannabe...

13. WANNABE: DAVID ANGELI

0
Like

Blare Out, iniziativa editoriale dal 2012, sottoscrive una dichiarazione d’intenti già dal nome: “alzare il volume” è ciò che si sono promessi di fare David Angeli e compagni. Il desiderio di trasferire in cartaceo discorsi snocciolati davanti a uno spritz campari si realizza tramite una solida redazione pronta a perlustrare le vie meno dibattute della cultura. 1609883_281468555341274_155968721_n
Ora il teatro qui è Venezia, città lagunare di grande pregio, meta ambita per chiunque volesse risparmiare sul biglietto dell’autobus. Ottimi motivi per David nella scelta di abbandonare Udine per studiare Storia e Antropologia a Ca’ Foscari, città in cui ha potuto coltivare la passione per il teatro, da cui è partito per gli studi in America latina, e poi per il dottorato alla Sapienza di Roma. In mezzo a tutto: Blare Out.
IMG_96981068223610Un Trimestrale cartaceo che si propone di aprire un varco culturale e tenere a distanza le solite ridondanze proposte dai principali canali mediatici. Vuole costruire ponti interdisciplinari che accolgono personalità varie e competenti: scrittori, drammaturghi, poeti, ricercatori, disegnatori. Ma non si crea alcun fenomeno di ghettizzazione intorno al sapere, chiunque può collaborare con Blare Out importando il proprio stile e le propria creatività. Un collettivo di “artigiani della cultura”, senza fronzoli ne pomposi colletti inamidati. Artigiani che dichiarano la loro su situazioni e fatti di cultura, ma artigiani anche per avere vari artisti fra le file della rivista.

562522_176289132525884_1320392172_n
Ognuno impegnato a “ridare il giusto suono alle parole”, mi spiega David, uniti nel contrastare fortemente la logica del publish or perish, ovvero l’obbligo di sputare all’impazzata notizie a discapito di serietà e credibilità. Per questo motivo nel sito non si pubblica più di un articolo al giorno. Un “diversamente rivoluzionari” che no, non è radical chic, ma è un atteggiamento attento, curioso e aperto a nuove iniziative.
Blare Out si fa anche promotore di eventi, come Andata&Ritorno, festival autunnale di poesia orale e musica digitale di novembre 2013, Lato C. Il verso svelato dell’eros di maggio 2014, e infine è media partner di STArt Festival, di Santa Lucia di Piave. Eventi nei quali si uniscono performances, esposizioni, concerti ed enogastronomia. Uguale fermento si riscontra nei canali espressivi utilizzati, lavori in corso per il sito on-line; mentre la rivista matura l’idea di un tema centrale su cui si dipanano i vari articoli, illustrazioni, foto ecc. Con scadenza trimestrale, il cartaceo funge da catalogo Blare Out, raccoglitore permanente del web.

1013697_201348916686572_425084706_n
Per il futuro grandi progetti, grandi sorprese. David mi rivela solo che in autunno si terrà la seconda edizione di Andata&Ritorno con ospiti da tutta Italia; piccolo assaggino, perché il piatto forte verrà rivelato solo più avanti. Perciò ricordatevi di sbirciare ogni tanto per vedere le news e pigliate la palla al balzo per esplorare questo progetto made in Venice.

Blare Out: http://www.blareout.it/

 

Sofia Tieppo

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM SOFIA TIEPPO

ENTRA NELLA COMMUNITY